Le mie poesie – Mare calmo

Mare calmo di Myriam De Luca Mi siedo dalla partedel mare calmodove i delfini spumeggianoallegri nell’azzurroincuranti delle tempestee degli squaliPensieri rotti traghettanoverso altre meteper ricomporsi nella pazienzafattiva e fiduciosaCertezze ruotano come giostree si posano sulle palpebre stancheNavigano attente le mie percezionialzano vele solitarie e assorteRespiro scorte profonde di libertàdentro un bagliore di gioiaInnestato di cielosentoContinua a leggere “Le mie poesie – Mare calmo”

Le mie poesie – Stanotte non ci sono stelle

Stanotte non ci sono le stelle di Myriam De Luca Si apre il sipariobuio d’attesala notte si posa come farfallasulla pelle nudaScrivo pensieri curvicon ali scolorite di certezzee corte di progettiNon è stato morbidoil giorno trascorsopieno di smaniee di orli scucitiAffondo nell’aria mutae disingannataDomani mi regalerò delle rosecosì… per dispettoe le collocherònell’angolo cinicodel tuo sorriso

Stanotte vi racconto… – Paco il millepiedi incontra il suo amico Pasqualino di Antonino Schiera [VIDEO]

Paco il millepiedi incontra il suo amico Pasqualino di Antonino Schiera, interpretata da Myriam De Luca. La storiella è un adattamento della metafora del millepiedi derivata dalla cultura Zen, che Paul Watzlawick, psicologo ed esponente della Scuola di Palo Alto, raccontava di frequente nel corso delle sue conferenze.

Recensioni – Marhanima testo poetico di Giovanna Fileccia, recensione di Myriam De Luca

DA MARHANIMA (Edizioni Simposium 2017)di Giovanna Fileccia “ IL BUIO SI AMMANTA DI LUCI, E OGNI LUCE SI IMPRIME IN OGNI GRANELLO DI SABBIA.COSÌ NASCONO FIORI DALLA RENA COME L’EMPATIA FIORISCE DAI CUORI CHE, ORA, NON SONO SOLI NEL COSTRUIRE UN FUTURO MIGLIORE. “ Un viaggio onirico, durante il quale ho immaginato la poetessa, GiovannaContinua a leggere “Recensioni – Marhanima testo poetico di Giovanna Fileccia, recensione di Myriam De Luca”

Le mie pubblicazioni – Recensione di Giuseppe Bagnasco alla silloge L’invisibile nutrimento di Myriam De Luca (Edizioni Thule)

Come in ogni aspra traversata esistenziale che ha perno nella scrittura insostituibile, la vocazione di Myriam De Luca, a partire dalla narrazione di Via Paganini 7 (2016, Premio Letterario Maria Cristina 2018) e dalle liriche della raccolta Esortazioni solitarie (2018), trova la sua “prova d’autore” nella presente opera in versi, L’invisibile nutrimento. Eccellente e maiuscola architettura che trova la sua ragione proprio nella parola che si fa verso e che si misura con uno stile sempre più inconfondibile verso l’approdo consapevole di un mistero che, appunto perché “invisibile”, diventa metamorfosi di conoscenza, nutrimento, il salto metafisico che ha nome, Amore…

Tommaso Romano

Le mie pubblicazioni – Prefazione di Tommaso Romano alla silloge L’invisibile nutrimento di Myriam De Luca (Edizioni Thule)

Come in ogni aspra traversata esistenziale che ha perno nella scrittura insostituibile, la vocazione di Myriam De Luca, a partire dalla narrazione di Via Paganini 7 (2016, Premio Letterario Maria Cristina 2018) e dalle liriche della raccolta Esortazioni solitarie (2018), trova la sua “prova d’autore” nella presente opera in versi, L’invisibile nutrimento. Eccellente e maiuscola architettura che trova la sua ragione proprio nella parola che si fa verso e che si misura con uno stile sempre più inconfondibile verso l’approdo consapevole di un mistero che, appunto perché “invisibile”, diventa metamorfosi di conoscenza, nutrimento, il salto metafisico che ha nome, Amore…

Tommaso Romano